Around, giro del Mediterraneo in 18 foto al Modernissimo

NAPOLI. Around è il titolo scelto per la mostra fatta di panorami, paesaggi, volti di persone e scorci di Napoli e dalla Campania, isole comprese – intensi gli scatti dall’ex carcere di Procida – fino alla Catalogna in Spagna passando per la Trinacria, che Federica Lamagra espone al cinema Modernissimo dallo scorso 5 marzo. Un vero tour del Mediterraneo al primo piano della struttura.

Il multiplex di via Cisterna dell’Olio, al centro storico del capoluogo partenopeo, ospiterà le stampe fino al 25 aprile. Un “percorso” di diciotto immagini, in formato 30×45, che la fotografa ha realizzato a Napoli e Procida, fino ad arrivare in Sicilia e anche all’estero, a Barcellona, alcune delle quali già esposte tra febbraio e marzo al Bar Veneruso di Sorrento su Corso Italia.

La Lamagra cerca di catturare gli attimi attraverso le emozioni, utilizzando tre “variabili”: occhio, pensiero e cuore. «La passione per la fotografia in questi ultimi anni è cresciuta sempre di più – spiega l’autrice -e mi ha dato la possibilità di confrontarmi con il mondo e di entrare in contatto con il vissuto quotidiano».

Quando preme il pulsante dell’otturatore, e mette in moto quel meccanismo che abbassa lo specchietto della reflex e muove la tendina della fotocamera per impressionare i fotodiodi del sensore col fascio di luce entrante, Federica cerca sempre di scattare con sentimento e passione, per trasmettere a chi guarderà poi le sue foto, le stesse sensazioni provate in quel veloce frammento di tempo.

Uno dei suoi insegnanti di fotografia le ha dato il soprannome di “Guerriera della luce scrivente”, che è un po’ il ruolo di ogni fotografo. Nata nell’86, ragioniera di professione, Federica si avvicina alla fotografia per caso. Nel 2014 segue il primo corso di fotografia a Napoli presso la Galleria d’arte MomaPhotograph col fotografo Marco Monteriso.

Nel 2015, sempre a Napoli, frequenta il corso di fotogiornalismo presso il Centro Culturale UPNEA con i maestri Roberto Stella e il fotoreporter del Mattino Sergio Siano: con quest’ultimo la passione per la street photography si afferma definitivamente, spingendola a dedicarsi ai reportage.

E siccome gli esami non finiscono mai, oggi partecipa ancora a stage fotografici curati da Nicolas Pascarel, fotoreporter freelance. Il Mod ospiterà fino al 25 aprile, giorno della liberazione, le stampe fotografiche, realizzate da “FineArt”, che potranno essere acquistate se oggetto di interesse, contattando la stessa fotografa.