Recupero calore: un bell’esempio da Parigi

I recuperatori di calore permettono di risparmiare e allo stesso tempo diminuire l’impatto ambientale, ottimizzando le risorse. Un esempio particolare viene da Parigi, dove una intera piscina è stata riscaldata grazie al calore emesso da un data center.

I clienti della piscina del quartiere di La Butte aux Cailles, a Parigi sud, possono sempre godere di una temperatura dell’acqua alta, con di calore costante. Allo stesso tempo i gestori ricevono bollette molto più economiche. Il segreto? Nei sotterranei della piscina La Butte aux Cailles, dove è stato collocato il data server di uno studio che sviluppa cartoni animati. Il calore prodotto da questi server, invece di essere disperso nell’ambiente, viene canalizzato e usato per riscaldare l’acqua della piscina.

In questa maniera si evita anche di dover dotare i server di un impianto di climatizzazione costoso, inquinante e fastidioso.

Recuperare il calore tramite l’utilizzo di recuperatori calore, scambiatori di calore e con la cogenerazione, sia in ambito civile, sia nei processi industriali, può aiutare a contrastare il cambiamento climatico. In più, tra i benefici di questo sistema c’è anche la silenziosità: un ottimo guadagno per gli abitanti del quartiere, che prima dovevano lamentare l’eccessiva rumorosità dei server e del sistema di raffreddamento.