Trasferisci il tuo sito sull'Hosting più performante di sempre ! Web Hosting

Economia Russa, la banca centrale lascia invariati i tassi di interesse

Dopo tre tagli consecutivi dei tassi di interesse, la Banca centrale di Russia ha deciso di mantenere il costo del denaro inalterato questa volta, rinviato eventuali ulteriori ritocchi solo quando l’inflazione si riavvicinerà all’obiettivo 4%. L’istituto centrale ha deciso di confermare il tasso di riferimento al 9%, citando i rischi geopolitici e le pressioni inflazionistiche come motivo per questa scelta.

Di fronte a nuove sanzioni statunitensi e ad un picco dei prezzi dei beni alimentari, la CBR ha quindi deciso di intraprendere la via della prudenza e non cambiare, malgrado siano stati comunque rilevati buoni report dalla dinamica dei prezzi, vicini all’obiettivo del 4 per cento. Proprio questi ultimi avevano consentito all’autorità monetaria russa di tagliare i costi di indebitamento di riferimento tre volte, aiutando così l’economia a recuperare dopo due anni di contrazione.

La situazione dell’economia Russa

rublo forexMalgrado questi numerosi ritocchi, nel mercato valutario il rublo non ha pagato tropo dazio al dollaro. Come abbiamo visto sul miglior Forex broker trading infatti il cross Usd-Rub è sceso a malapena del 5%. Nella dichiarazioni della CBR successiva alla decisione, si legge che “La volatilità dei mercati mondiali e dei mercati finanziari e le dinamiche dei tassi di cambio tra i rischi geopolitici elevati possono avere implicazioni negative per le aspettative di cambio e di inflazione”.

Sebbene l‘inflazione annua sia cresciuta al 4,1% durante il mese di maggio a causa dei prezzi dei prodotti alimentari più alti, la banca centrale ha dichiarato vede ancora la possibilità per tagliare il tasso nella seconda metà del 2017, poiché un nuovo raccolto contribuirebbe a ridurre i prezzi di frutta e verdura. Se così fosse, allora sul valutario dovremmo prepararci ad un’eventuale nuova discesa del rublo contro il dollaro. Magari potremmo sfruttare il cuscinetto delle piattaforme bonus trading senza deposito.

Va però messo in conto che nel frattempo il Senato americano ha votato per nuove sanzioni alla Russia. Sebbene gli analisti abbiano ridimensionato il potenziale impatto economico delle nuove sanzioni, il rublo potrebbe ancora esserne influenzato.