Costo del denaro USA, domani la Fed dovrebbe procedere all’aumento

Comincia oggi la due giorni della FOMC – l’organo di politica monetaria della Federal Reserve – che domani prenderà una decisione in merito all’aumento o meno del tasso di interesse. La decisione verrà presa subito dopo che saranno stati illustrati i nuovi report riguardo l’Indice del Prezzo al Consumo e le vendite al dettaglio. In linea di massima, il mercato si aspetta un rialzo di 25 punti base, che a dirla tutta è stato anche già completamente prezzato. La grande attenzione verrà quindi riservata ai commenti che seguiranno la decisione, in modo da capire che direzione intraprenderà la politica monetaria dettata dalla FOMC.

La FED verso il rialzo del costo del denaro

dollaro usaLa mossa della FED potrebbe portare il dollaro fuori da una situazione di debolezza, spingendolo al rialzo. E’ infatti difficile prevedere un ulteriore indebolimento di medio termine dell’USD, dato che la Fed sta attuando una politica di stretta monetaria attraverso la riduzione del proprio bilancio.
Oggi nel frattempo il cambio euro/dollaro è stato fissato a 1,1217. Suggeriamo di esaminare questo cross col grafico Fibonacci forex trading.

Nei confronti dello Yen, il biglietto verde viaggia a 110,18. Dal punto di vista tecnico il primo supporto è stimato a 109,88. In senso opposto viaggia invece il cross con la sterlina. La valuta britannica recupera terreno sulla valuta statunitense scambiando a 1,2713, anche se mantiene una performance settimanale negativa. Ricordiamo sempre di essere molto prudenti quando si adottano strategie opzioni binarie 15 minuti sicure sulle valute.

La cosa particolare riguardo il quasi sicuro rialzo del costo del denaro che avverrà domani, è che esso sarà considerato un “rialzo dovish”. In pratica un rialzo che consentirà alla Yellen di adottare politiche di stretta monetaria senza che l’USD si apprezzi troppo.