Spettano giorni di permesso dal lavoro in caso di trasloco?

Chi deve fare un trasloco si può chiedere se per caso durante i giorni fatidici ci si può assentare dal lavoro ovvero se siano previsti permessi per traslochi.
In molti contratti nazionali questo è possibile compresi i contratti del pubblico impiego, infatti si possono prendere fino a tre giorni di permesso se ci sono dei motivi personali o familiari ma facendo un’autodichiarazione, altrimenti i giorni finiscono tra quelli delle ferie.

In generale, tutti i contratti di lavoro pubblici o privati, oggi prevedono in caso di necessità di usufruire durante l’anno di permessi retribuiti cumulabili ogni mese, in numero diverso a seconda se il contratto è a tempo determinato od indeterminato, ma è il datore di lavoro alla fine che decide se autorizzare o no i giorni per un trasloco.

Solitamente il trasloco potrebbe essere inserito tra i motivi familiari o personali per cui assentarsi per almeno 3 giorni.

Se il datore di lavoro però non lo considera tale, in questo caso si dovranno prendere giorni dalle ferie, che spettano comunque.