QUI! Group: il Presidente Gregorio Fogliani promuove il Ddl sullo smart working

Approvato il Ddl sullo smart working: il Presidente di QUI! Group Gregorio Fogliani promuove la nuova legge, richiamando l’esperienza positiva del gruppo che da tempo ha attivato progetti di tale tipologia nelle filiali di Napoli e Roma.

Gregorio Fogliani - QUI Group

QUI! Group: Gregorio Fogliani commenta il Ddl sullo smart working

Parla di “svolta importante per il mondo del lavoro” Gregorio Fogliani, Presidente di QUI! Group, commentando l’approvazione del Ddl sullo smart working. “Dati alla mano lo smart working aumenta la produttività dei dipendenti (dal 15 al 20%), riduce drasticamente l’assenteismo e migliora il clima aziendale” dichiara il manager sottolineando che con la nuova legge i dipendenti potranno guadagnare fino a un giorno libero in più a settimana. Ma la dimostrazione più importante è l’esperienza di QUI! Group, che da tempo ha attivato un progetto di smart working nella filiale di Napoli. I risultati: “Siamo riusciti a trattenere i migliori talenti e a favorire la conciliazione tra la vita professionale e privata dei lavoratori e delle lavoratrici”. Tanto che l’azienda ha esteso questo approccio anche a diversi team della sede di Roma. Ogni lavoratore, sostiene Gregorio Fogliani, deve beneficiare del “diritto alla disconnessione”, ossia della possibilità di staccare la spina fuori dall’orario di lavoro: le aziende dovrebbero strutturare piani di produttività prendendo in considerazione questo fattore. Per l’imprenditore infatti, grazie anche alle nuove tecnologie, oggi questa sfida si può affrontare: “Ormai l’impegno dei lavoratori è slegato dalla presenza fisica in azienda e viene inserito in una prospettiva di produttività, che non implica il rispetto dell’orario lavorativo settimanale”. Per questo la legge, che non dovrebbe solo stare al passo con i tempi ma anche precederli, deve riconoscere che oggi un terzo delle grandi imprese utilizza lo smart working: numeri che in futuro potrebbero raddoppiare. Il Ddl approvato, evidenzia inoltre Gregorio Fogliani, è importante anche perché consente alle donne di conciliare concretamente vita professionale e famigliare: “Per la mia azienda, formata al 70% da quote rosa, quella di oggi è quindi una data storica. Alle donne, molto spesso, viene chiesto di scegliere tra la carriera e la famiglia, come se l’una escludesse per forza l’altra. La legge sullo smart working dice no a questa logica e apre nuovi orizzonti”.

Gregorio Fogliani: il ritratto professionale del Presidente di QUI! Group

È Genova a fare da sfondo alla crescita professionale di Gregorio Fogliani. Nato nel 1957, si trasferisce nel capoluogo ligure con la propria famiglia quando è ancora giovane. Qui a soli 23 anni gestisce uno dei locali più rinomati della città, il Moody. Nel 1989 dà vita a QUI! Ticket Services, specializzata nel settore dei buoni pasto e dei titoli di legittimazione. Grazie a efficaci intuizioni imprenditoriali e a un potenziale tecnologico innovativo crescerà esponenzialmente fino a diventare QUI! Group, realtà in cui convergono diverse società che forniscono servizi di welfare aziendale (buoni pasto, voucher e altri premi), di sistemi di pagamento e di programmi di fidelizzazione per imprese e dipendenti. Di recente il gruppo guidato da Gregorio Fogliani è stato ammesso al programma “Elite” di Borsa Italiana, nato per sostenere lo sviluppo di aziende italiane e straniere più meritevoli anche su mercati internazionali. Nel 2016 il manager è stato riconosciuto come uno dei Numeri 1 d’Italia nello speciale realizzato dalla rivista Capital, in quanto “imprenditore illuminato” e con una spiccata propensione all’innovazione.