Il futuro? Ce l’abbiamo in casa. Uno sguardo sull’innovazione e sulle soluzioni abitative avveniristiche da parte di MCE Lab






Il futuro è dietro l’angolo? Oggi potremmo dire che più che altrove è proprio dentro casa nostra: impiantisitica innovativa, soluzioni avveniristiche fanno assomigliare sempre più le nostre abitazioni a quella immaginata nel 1985 nel film “Ritorno al Futuro”, dove il viaggio in avanti nel tempo si fermava proprio in un “lontano” 2015: a distanza di trent’anni dall’uscita del film, quella che sembrava essere solo fantasia, ora potremmo chiamarla “domotica”. Comandi vocali per governare gli apparecchi domestici, sistemi che interagiscono tra di loro e con l’ambiente circostante e che imparano dalle nostre abitudini: non è fantascienza, è l’ambito in cui si sta muovendo l’edilizia, settore a cui si rivolge MCE – Mostra Convegno Expocomfort.

Non più tardi di un mese fa, il Cresme (Centro Ricerche Economiche Sociali di Mercato per l’Edilizia e il Territorio) ha presentato il primo rapporto congiunturale e previsionale sugli impianti nel campo delle costruzioni in Italia: 113 miliardi di fatturato, 118 mila imprese e 760 mila addetti, questi i numeri che fanno dell’impiantistica un settore industriale strutturato e in forte sviluppo.

Ed è proprio l’innovazione tecnologica a giocare un ruolo determinante nelle dinamiche di crescita del settore nel medio periodo: tra il 2014 e il 2020, secondo le proiezioni, l’impiantistica innovativa è destinata a far registrare un incremento del 47,7%.

E allora largo alla nuova generazione di termostati intelligenti: da grigia scatoletta anonima a oggetto di design avanzato che nasconde un piccolo computer collegato a internet tramite wi-fi, in grado di comunicare con lo smartphone del proprietario, di ricevere aggiornamenti software, di interagire con l’ambiente circostante, imparando giorno dopo giorno a tenere sotto controllo il microclima nel modo più efficiente possibile. Grazie a semplici App per Android o IOS, è possibile inoltre controllare questi dispositivi da remoto con il proprio cellulare: insomma, dietro un oggetto all’apparenza semplice, c’è una complessa tecnologia che richiede la formazione di una rete di installazione e di assistenza specifica.

Installatori e professionalità che in un prossimo futuro sarà possibile prenotare direttamente da internet. E’ quello che sta già facendo Amazon negli Stati Uniti, attraverso il lancio della nuova sezione online “Home Services”: una rete di tecnici e professionisti localizzabili a seconda dell’area di pertinenza e raggruppati in 700 profili di lavori specializzati, il cui costo è specificato in anticipo e che l’utente può recensire online e valutare a priori grazie anche alle opinioni di chi ne ha già usufruito. Amazon da par suo garantisce la qualità del servizio, verificando che ciascun professionista abbia una licenza, sia assicurato e riceva buoni feedback dai clienti. Home Service non è ancora disponibile in Italia, ma nel caso in cui arrivasse anche da noi rappresenterebbe un cambiamento e un’opportunità senza precedenti nel mercato degli artigiani.

Insomma, il viaggio della DeLorean di Ritorno al Futuro non si ferma qui nel 2015, come immaginato da “Doc e Marty McFly”, ma è appena cominciato.

mceLAB_RGBorizz 

MCE Lab è l’osservatorio sul vivere sostenibile promosso da MCE – Mostra Convegno Expocomfort. Un contenitore di news, curiosità, dati e ricerche da tutto il mondo sui temi dell’innovazione, dell’efficienza energetica, della sostenibilità ambientale, delle energie rinnovabili, della climatizzazione e del design, a disposizione di chiunque sia incuriosito e voglia saperne di più. Un’iniziativa per fare e diffondere cultura su innovazione e vivere sostenibile, in cui MCE mette a disposizione la propria competenza ed esperienza, maturata in oltre 40 anni di presenza nel settore fieristico dell’impiantistica civile e industriale, della climatizzazione e delle energie rinnovabili.