USARE I COUPON PER AUMENATARE LE VENDITE DELL’ECOMMERCE  

ecommerce coupon

Negli Stati Uniti è un mercato che vale già oltre 300 milioni di dollari, in Italia è quasi sconosciuto, ma i tassi di crescita promettono bene. Anche perché l’utilizzo dei coupon con codici sconto per l’ecommerce sono diventati una strumento di marketing molto importante di cui le aziende non vogliono fare a meno.

L’interesse per i codici sconto è in crescita come dimostra il dato di Google secondo cui il numero di ricerche della parola “codice sconto” è in continuo aumento e ci si aspetta che il trend continui in questa direzione anche nel 2015. Confidando, poi, sul fatto che la crescita dell’ecommerce in Italia mantenga il ritmo sperato. Infatti secondo le ultime stime a fine 2015 il giro d’affari complessivo dovrebbe superare i 10 miliardi di euro con un incremento del 19% sul 2014.

Per scegliere la propria strategia di sconti è importante conoscere in modo approfondito le tipologie di coupon che è possibile creare su uno store online in modo da mettere in campo azioni efficaci che consentano di colpire gli utenti e, in questo modo, aumentare il giro d’affari.

Coupon non devono essere intesi solo come sconti, attività rivolta prevalentemente a chi si occupa di abbigliamento online o vendita di prodotti, ma possono essere utilizzati anche per offrire la prova gratuita di un servizio, un ebook su come utilizzare un software, o un demo che dura più dell’offerta standard.

Grazie alle strutture dei cataloghi dei CMS per ecommerce è infatti estremamente semplice applicare scontistiche ad un’intera categoria o sottocategoria. Esiste anche la soluzione complementare che prevede l’applicazione di sconti a tutte le categorie tranne una (oppure a tutti i prodotti di una categoria tranne uno)

I software CMS aiutano gli utenti nella definizione di regole più o meno complicate per gestire i coupon. Per definire i coupon bisognerà tuttavia indicare delle informazioni fondamentali:

– date di inizio e fine validità (sempre che il coupon non abbia validità infinita)

– numero di utilizzi per coupon (se si vuole porre un limite al numero di volte che un dato sconto può essere utilizzato)

– numero di utilizzi per utente (se si vuole evitare che un utente utilizzi lo sconto più di X volte)

– tipologia di utenti per cui è valido (solo utenti registrati, tutti gli utenti, altre categorie particolari, …)

– vetrine su cui è valido (in caso in cui siano presenti più vetrine, ad esempio con lingue diverse, per un singolo negozio)

Perché utilizzare i coupon per un ecommerce?

– Per aumentare i propri followers sui Social Network

Con determinate app disponibili sul mercato è possibile regalare sconti, ebook o white paper in cambio di un “mi piace” sulla pagina Facebook o di un nuovo follower su Twitter per esempio.

– Per aumentare le recensioni dei propri prodotti

I commenti sono fondamentali per la propria indicizzazione e il 70% degli utenti li guarda prima di compiere un acquisto online. Per questo uno sconto del 5% o del 10% in cambio di un commento, è un ottimo investimento.

– Per vendere vecchie collezioni

Se hai dei prodotti che non sei riuscito a vendere, con un coupon potrai invogliare maggiormente i tuoi clienti.

– Per lanciare un nuovo prodotto

Quando viene lanciato un nuovo prodotto, specie se innovativo, bisogna spesso creare il mercato e per farlo serve visibilità. Limitarsi a segnalarlo, anche sui social, potrebbe non avere un grande effetto, ma offrire uno sconto limitato nel tempo, per esempio una settimana, ne aumenterà la visibilità.

Sconti e coupon sono molto utili, ma vanno programmati con attenzione e largo anticipo, quindi non affidatevi al caso ma pianificate insieme a degli esperti una strategia web marketing efficace. Se avete bisogno di un aiuto per realizzare una strategia efficace per vendere online, richiedi una consulenza ecommerce