Trasferisci il tuo sito sull'Hosting più performante di sempre ! Web Hosting

STEFANO FANTONI È FONDATORE E AMMINISTRATORE UNICO DI Picwant, PIATTAFORMA ONLINE PER CARICARE E VENDERE FOTO E VIDEO CREATI CON LO SMARTPHONE

Stefano Fantoni, già Country Manager di Getty Images Italia e con oltre venti anni di esperienza nel settore della fotografia, è amministratore unico di Picwant, la società che ha lanciato la prima app che consente a chiunque di pubblicare le proprie foto e i propri video realizzati con lo smartphone e venderli online su picwant.com a editori, aziende, blogger, agenzie pubblicitarie e chiunque necessiti di contenuti “real-life”. Nella società opera un team composto da professionisti del settore.
Stefano Fantoni, nato a Milano nel 1972, entra nel mondo della fotografia nel 1994, occupandosi dell’archivio e successivamente dell’informatizzazione dell’agenzia Laura Ronchi, nella quale ricopre ruoli anche di marketing e vendita fino a diventarne Direttore Generale. A seguito dell’acquisizione dell’agenzia da parte di Getty Images, nel 2006, assume dapprima il ruolo di Marketing Manager Southern Europe ed in seguito quello di Director, Sales e Country Manager, ruolo che ricopre fino alla fine del 2012.
Attento ai cambiamenti del mercato e della tecnologia, all’inizio del 2014 costituisce Picwant, agenzia di contenuti – foto e video – acquisiti con smartphone da chiunque nel mondo e trasmessi in tempo reale attraverso l’applicazione dedicata.
“La fotografia ha abbracciato il mondo mobile e le fotocamere integrate negli smartphone sono certamente le più diffuse. E’ altrettanto vero che ci sono fotocamere migliori sul mercato. Però il mio smartphone è sempre con me, la mia reflex no! E la qualità dei contenuti ripresi con i nuovi dispositivi è sorprendente”, spiega Stefano Fantoni, Amministratore Unico di Picwant. “Vengono scattate e condivise online milioni di foto ogni giorno. Picwant però va oltre la condivisione ed è uno strumento che permette a chiunque di guadagnare con le fotografie e i video realizzati con lo smartphone”.